La navigazione commerciale

Mare, yacht e trading online: il connubio perfetto

Quando arrivo in un porto la gente che non mi conosce mi guarda con ammirazione e invidia, il mio yacht in effetti è proprio un bel giocattolino, che fa gola solo a vederlo.

Ma vivere su uno yacht per uno che fa un lavoro come il mio ha dei vantaggi davvero impressionanti

Per prima cosa dovete considerare che fare trading online è un lavoro piuttosto stressante, per cui non so proprio come facciano alcune persone a fare quello che faccio io rinchiuse in una scatola d’ufficio.

Quando sono concentrato sull’analisi delle posizioni delle azioni su cui ho investito o intendo investire, ho bisogno di pace assoluta e di tranquillità. Sono una di quelle persone per cui è fondamentale il silenzio per ottenere la giusta concentrazione, per cui non credo ci sia bisogno di ulteriori spiegazioni. Quando ho bisogno di concentrarmi tolgo gli ormeggi e vado al largo. Vi assicuro che non c’è niente di meglio che la pace e la tranquillità offerti del mare aperto.

Un altro vantaggio indiscusso è la possibilità continua di movimento. Tra le mille cose che odio e che mi rendono poco tollerante c’è il clima. Odio quando c’è troppo caldo e anche quando c’è troppo freddo, anche in questo caso vivere su uno yatch ha i suoi vantaggi: quando il clima di una località non è di mio gradimento mi sposto e cerco lidi migliori.

Il trading online mi permette di godermi la vita, mi permetto qualsiasi sfizio e qualsiasi capriccio senza alcun timore

L’idea di vivere sulla terra ferma mi da i brividi, non credo che sarei più capace di sopportare la routine giornaliera di un lavoro banale con uno stipendio banale.

Ci sono delle persone al mondo che non sono fatte per vivere negli schemi stabiliti dalla società, ci sono persone che non sono nate per fare gli “schiavi” per tutta la vita. Io mi considero una di queste persone, ho avuto l’intelligenza per arrivare a questo punto, non sono disposto a sacrificare nulla a discapito della mia vita, e il trading online fa esattamente al caso mio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *